ritrovava come nell'Opera dei Pupi, la Commedia dell'Arte, l'epica Così Gianni Brera presentava sé stesso in uno dei suoi scritti più riusciti:"Se Po c'è ancora", nel quale si faceva cronista della propria infanzia e della millenaria storia padana. Entra Rivera e assiste smarrito al forcing tedesco, sempre più acre. Noi ne abbiamo commesse più di Ravetta, famoso scavezzacollo lombardo. Brera, col suo miscuglio di passionalità controllata e d'ironia, forzava Gli italiani concludono spesso con Riva, tuttavia mal situato. Il sindaco Albertini aveva infine assunto un pubblico impegno con una lettera dai toni molto chiari, non equivocabili. Due autogol italiani (pensa te!). ... il silenzio e la solitudine indispensabili per riuscire in uno sport così faticoso come il ciclismo (Gianni Brera) La bicicletta non è un viluppo di metallo, un insieme inerte di leve e ruote. La tecnica e la tattica sono astrazioni crudeli. La vignetta del francobollo mostra un ritratto di Brera dinanzi alla macchina da scrivere. I bravi messicani sono impazziti a vedere italiani e tedeschi incornarsi con tanto furore. Questo conta! Infine pareggia Schnellinger, al 47’30". Una saetta di Bonimba ispirata da un rimpallo fortunato. In finale sono due "equipos bicampeones": dunque è sicuro — a meno di eventi imponderabili — che la Coppa Rimet avrà finalmente un padrone definitivo. Sportivo", "Il Giorno", "Il Giornale", "la Repubblica". I suoi articoli sono stati tradotti in diverse lingue. Per lui Brera era "un ubriacone che beveva pessimo vino", che ragione c'era d'intitolargli l ... d' adesione di milanesi famosi e no. Nel 1976 Gianni Brera tornò come editorialista alla "Gazzetta dello Sport". E meno male che è lui, der italiener. Retorica ne ho fatta solo a rovescio, giustificando la mia umana impotenza a poetare. ludica del poeta ( chi è nato sul Po è "autorizzato a spendere fantasie"). Un francobollo ricorda Gianni Brera. Però la tentazione è grande: ed io rinuncio adesso perché sono stremato, non perché non senta granire dentro la voglia di poetare. È vero. e al sofisticato vino francese ( "è come baciare una donna troppo truccata"), preferiva il nettare delle sue amate colline pavesi (Barbacarlo über alles). sempre la stessa cosa. Sinfonia. 6) Il calcio dei ginnasti e i primi regolamenti, Marco Impiglia. Brera is honored in a few literary events, a journalistic prize, a haute-cuisine contest and a couple of soccer tournaments – the diversity perhaps reflecting his multifarious personality. Fuori dunque le cifre: e vediamo di interpretarle secondo onestà critica e competenza. È difficile non dirsi fieri di questi guaglioni, dopo quanto si è visto e sofferto. Nessuno torna, dalle posizioni di punta (eppure Riva è meglio in difesa che all’attacco, di questi tempi: sissignori). Sciagura. Cross di Libuda (che inciucchisce Facchetti), testa a rifinire di Seeler: palla morta in area, Poletti non stanga via, accompagna di petto verso porta: Muler si frappone: Poletti e Albertosi fanno la magra: 1-2. stesso in uno dei suoi scritti più Oklahoma, proposta per vietare la “dispersione del seme” Elenco personaggi illustri atei. Domenghini è chiamato su Beckembauer ma, ben presto, Schoen manda in campo Libuda, a destra, sul più sciagurato Facchetti dell’anno, e poi addirittura espelle Patzke e getta in mischia Held, un grintoso biondone dal piglio da ss. Si devono a Brera anche numerosi libri: manuali, saggi, romanzi, racconti e pièce teatrali e radiofoniche. La “vera” morte di Gianni Brera vent’ anni dopo di Fernando Acitelli Gianni Brera si congedò dalla vita in un modo assai distante dal tepore e dall’ortografia. La fatica si accumula nei muscoli male irrorati. Il grande giornalista sportivo Gianni Brera e' stato ricordato oggi - a 100 anni dalla nascita - con l'emissione di un francobollo, valido per la posta ordinaria. Tempi supplementari. Cerca nel sito. Nato Giovanni Luigi l'8 settembre del 1919 a San Zenone Po, in provincia di Pavia, da Carlo e da Marietta Ghisoni, Gianni Brera è stato probabilmente il più grande giornalista sportivo che l'Italia abbia avuto.Nel 1940 il ventenne Gianni Brera frequenta dunque Scienze politiche a Pavia, svolgendo vari lavori allo scopo di pagarsi gli studi (la famiglia di origine era molto povera). A parte una lecca a Held, che se la merita, gioca di punta per i tedeschi, e segna al 5’. Previous page Page 1 Page 2. tempo? A caccia con Gianni Brera. l'atavica paura di aver sete. Batte Libuda. gianni Brera Il vocabolario del calcio italiano di Francesco Agostini. Un collega tedesco, Rolf Guenther, sospira: "L’ultima nostra speranza è riposta in Rivera". 22 Ottobre 2013 Tutti gli Articoli 55,325 Visualizzazioni. Sullo sfondo compaiono piccole icone a simboleggiare il calcio, il ciclismo e l'atletica leggera, gli sport cui ha dedicato i suoi articoli più famosi. Parliamo allora di calcio, non di bubbole isteroidi. Tutto all’aria, tutto sconnesso. Nel volume anche gli storici articoli su Diego di Gianni Mura e Gianni Brera. Gioânnbrerafucarlo, come amava talvolta firmarsi, é stato il più famoso giornalista sportivo italiano. Mischie furenti nella nostra area. Autore: Gianni Brera. Un arbitro meno onesto darebbe rigore (17’). Inventó così un linguaggio nuovo, colorato ed espressivo. I tedeschi ci assediano. La vignetta del francobollo mostra un ritratto di Brera dinanzi alla macchina da scrivere; sullo sfondo compaiono piccole icone a simboleggiare il calcio, il ciclismo e l'atletica leggera, gli sport cui ha dedicato i suoi articoli piu' famosi. E’ cominciato tutto quella … Nessun cronista italiano aveva visto: tutti avevano unicamente sentito. Seeler stacca da sinistra e rispedisce a destra: Muller dà una incornatina che Albertosi segue tranquillo: sul palo è Rivera (ma sì, ma sì): il quale sembra si scansi. E la sensazione (ricordo benissimo) fu quella di una perdita irreparabile… La stessa che provai, ragazzo, con la morte di Eduardo e poi, più grande, con quella di Montanelli. Si trasferisce a Milano per studiare. Così Gianni Brera presentava sé I tedeschi attaccano con Libuda, Seeler, Muller, Held e Grabowski di punta, e dietro loro premono Beckembauer e Overath. La vignetta del francobollo mostra un ritratto di Brera dinanzi alla macchina da scrivere; sullo sfondo compaiono piccole icone a simboleggiare il calcio, il ciclismo e l'atletica leggera, gli sport cui ha dedicato i suoi articoli piu' famosi. Riva spreca di testa una palla-gol (40’) e un’altra ne sbuccia a metà (parata in angolo di Maier:42’). I tedeschi seguitano a pencolare avanti in massa. Tutti gli altri, rimediati. Ribot, il Figlio del Vento. Articoli del giornalista David Messina. Siamo stati anche bravi a tentare sempre, dopo il grazioso regalo fatto a Burgnich (2-2). E BRERA SCRISSE: L’articolo pubblicato su "Il Giorno"del 18 giugno 1970. E mi sono scoperto figlio legittimo del Po". squadre e degli allenatori. E anche stupidità. Enumero gli errori italiani. ... articoli preferiti. ginnastica polmonare" ed attribuiva alla nicotina " sicure virtù Purtroppo sono sciape, e Maier le para entrambe. Come dico, la gente si è tanto commossa e divertita. gianni Brera Il vocabolario del calcio italiano di Francesco Agostini. Gianni Brera (San Zenone al Po, 8 settembre 1919 – Codogno, 19 dicembre 1992). Il quale di petto mette graziosamente palla sul sinistro di Burgnich, l’immenso: 2-2. Ma domenica c’è Italia-Brasile, e sarà, garantito, anche peggio. di ANSA (ANSA) - ROMA, 08 SET - Il grande giornalista sportivo Gianni Brera e' stato ricordato oggi ... gli sport cui ha dedicato i suoi articoli piu' famosi. I tedeschi sono proprio tonti: ecco perché li abbiamo quasi sempre battuti. Domani, 8 settembre, sono cent’anni dalla nascita di Gianni Brera. Valcareggi prende atto. Sei in Italiamondo il ricordo Addio a Gianni Mura fuoriclasse della parola e maestro di umanità. alla simpatia e al rispetto. "Il mio vero nome è Giovanni Luigi Brera. Scrittore truccato da cronista, Pur imitando Ramsey, Herr Schoen ci ha preso per degli inglesi. 7) Battipaglia: nel Duemila a settant’anni, Clodomiro Tarsia. Basterà una lapide un po’ più grande per ricordare tutto. boschi, rive e mollenti (...). Gli sia lieve la terra di San Zenone Po. Domenghini affoga. Gianni Brera nasce nel 1919 a San Zenone al Po, una comunità prevalentemente contadina. qualcuno - perché leggerlo "era come discutere con un amico". Bandiera del Cagliari, squadra con la quale ha giocato dal 1963 al 1976, Gigi Riva è stato uno dei giocatori più iconici della sua generazione.Nonché uno dei più forti di sempre. Riposa ora in riva all'amata Olona. della letteratura quale tecnica per affrettare i tempi del giornalismo. Dice che il pubblico si diverte, a questi scempi. Qui Brera scriveva non solo di sport, ma anche su temi di storia, letteratura, arte, caccia e pesca, gastronomia. (ANSA) Prima di costruire il ponte di Brooklyn, l’architetto che lo progetta non è affatto sicuro di esserne capace. Per raccontare le vicende "pedatorie" chiamava a soccorso la mitologia I tedeschi sono anche eroici (e quante botte pigliano e danno). Campeggia su diversi toni l’individuo grande o fasullo, coraggioso o perfido, leale o carogna, lucido o intronato. È la sesta punta. È il 7’. Home > Tutti gli Articoli > Frasi celebri sul ciclismo. La memorabile partita è stata avvincente sotto l’aspetto agonistico e spettacolare: si è conclusa bene per noi, e questo è il suo maggiore pregio, ai miei occhi disincantati. Ben sette gol sono stati segnati. Come sostituire Bonimba, pure molto bravo, e autore del gol? Il forcing tedesco è così fiducioso che Riva al 5’ e Rivera al 12’ possono battere a rete autentiche palle-gol. A molti eroi apparentemente bipedi mancava almeno una gamba, una moglie fedele, una virilità sicura, e altro ancora di non abnorme.” Gianni Brera La vignetta del francobollo mostra un ritratto di Brera dinanzi alla macchina da scrivere; sullo sfondo compaiono piccole icone a simboleggiare il calcio, il ciclismo e l'atletica leggera, gli sport cui ha dedicato i suoi articoli … Così segna anche Riva. Se l’altura non è un’opinione, vinceremo per la terza volta i mondiali: questo ho detto e ripeto. Una rimbombante traversa di Overath (19’). Le partite si potevano vedere solo allo stadio. Articoli; Ricerca per: Home » Omaggio a Gianni Brera, giornalista della Bassa. Pubblico osannante. Nel… Gianni Brera morì, all’improvviso Gianni Brera morì, all’improvviso 2018-12-25 … Sognavo di fare il giornalista sportivo, sognavo di avere un padre come lui. 4. Sotto Albertosi, continue gragnuole. Articoli recenti. Sarà quindi un Premio Gianni Brera davvero speciale la diciannovesima edizione che si svolgerà martedì 21 gennaio 2020 alle ore 18 presso il Teatro Dal Verme di Milano organizzato dal Circolo Navigli – Artisti e Patriottica di Milano. C’è un’analogia con il saluto cristiano requiescat in pace. Io non ce l’ho affatto con il biondo e gentile Rivera, maledetti: io non posso vedere il calcio a rovescio: sono pagato per fare questo mestiere. Gianni Brera: «La gente è sbucata urlando ossessiva di sotto gli ombrelli. Non abbiamo vigore sufficiente al facile contropiede. Attenti, allora. Un autogol tedesco (Burgnich). GIANNI BRERA SCRIVEVA COSÌ. A soli 17 anni è assunto dal Guerin Sportivo, per seguire la Serie C e si laurea in scienze politiche all'università di Pavia nel 1943.Considerato il più grande giornalista sportivo italiano, di se stesso ha scritto: «Il mio vero nome è Giovanni Luigi Brera. utilizzó la giovanile frequentazione Una sproporzione di forze impressionante. ), intrigante scrittore, sublime fantasista della lingua italiana, coltissimo conversatore di cose padane. Boninsegna tenta di servire Riva, stolidamente soffocato in mischia, riceve un rimpallo di Vogts e cannoneggia a rete: sinistro imperdonabile: gol.