Lo sviluppo economico, sociale, e politico ha bisogno di questa forza se vuol essere veramente umano. In esso Dio si è alleato per sempre con l’uomo. Questa sera dunque dobbiamo anche chiedere perdono di tutto ciò che ci spacca dentro, e ci disgrega gli uni dagli altri. E che noi credenti sappiamo essere stata perfezionata da Cristo Redentore] possono e devono trovare posto nella normale attività economica” (Ibid. Ha la sua origine nell’aver pensato che l’unica forza motrice della produzione fosse e dovesse essere il proprio esclusivo interesse privato [oggi divenuto addirittura, e ancor peggio, una dittatura statalista fin formato mondialista sotto il controllo del potere di pochi, non voluti neppure da elettori facilmente manipolabili]. Così sia. Una riflessione sull’uso politico e sociale della pandemia. Infatti, Dio Uno e Trino è il. Perché non imparare dagli ultimi maestri che lo hanno saputo fare?]. Venerdì 22 alle 20 veglia di preghiera (diretta su Teleromagna) Sabato 23 festa per Beata Benedetta. La tradizione cattolica ne enumera svariate decine che sono state ispirate dai santi nel corso dei secoli passati e che hanno trovato una eco più o meno duratura e diffusa, in funzione della semplicità, della praticità e della bellezza delle stesse modalità di preghiera. 36,4). Riconoscimenti Ecclesiastici delle Orazioni (ma non delle sue promesse) Papa Urbano VI, nel 1379, iniziò il Processo di Canonizzazione, consigliò e indusse i fedeli a far conoscere, sempre più, le Orazione di Brigida.. Nel 1391, Papa Bonifacio IX proclamò Brigida: Santa. Per la secolare tradizione cristiana, la giaculatoria è un tipo di preghiera semplice e chiara, adatta ai fedeli di ogni età. E a questo livello che deve porsi l’interpretazione del Vescovo. Lo faccio però dal punto di vista di una lettura credente della vicenda umana [chi oggi è ancora capace di una “lettura credente”, anche nella Chiesa dei nostri giorni? Siamo ostaggi del tempo, ma cittadini dell’eternità. Essa ci provoca ad una lettura più profonda. Dio è la Somma Unità, la Somma Verità e il Sommo Bene, pertanto mai può ingannare e mentire ad alcuno, non è possibile che la Grazia segua una preghiera che contiene delle parole di inganno e di menzogna. “Nei rapporti mercantili il principio di gratuità e la logica del dono come espressione della fraternità” [ma qui non si intende certo la “fratellanza massonica umanitaria” che si vuole spacciare, oggi nella anche Chiesa, perfino per cristiana (! Proposta di «Veglia di Preghiera» G. Davanti al Signore, sotto lo sguardo di Maria Immacolata, desideriamo esprimere il nostro «Sì», anche quest’anno. Questa meditazione sul tempo abitato da una Presenza e sulle due forze che in esso operano, ci conduce finalmente a dare a questa celebrazione il suo vero carattere: di ringraziamento per tutto il bene che l’anno trascorso ci ha portato; la richiesta di perdono per tutte le colpe personali e sociali commesse in questa città [e nel mondo intero] durante l’anno trascorso. Il nobile si ritira dopo una serata passata in compagnia di alcuni amici, durante la quale è stato molto allegro e ha divertito tutti facendo un bizzarro elogio funebre del conte Attilio, … Marciano da Monteleone di Puglia, al secolo Ferdinando Morra, che lo conobbe durante una gita a San Giovanni Rotondo, organizzata per gli studenti al termine del ginnasio, prima di iniziare il … La situazione in cui siamo entrati non può essere compresa se ci limitiamo alle pur necessarie analisi economiche, sociali, e politiche. La preghiera è considerata molto importante nel cristianesimo.La preghiera del Padre nostro, che secondo il racconto dei Vangeli fu insegnata dallo stesso Gesù ai suoi discepoli, costituisce un modello di preghiera per tutti i cristiani.Vari passi del Nuovo Testamento esortano alla preghiera: “non siate in ansietà per cosa alcuna, ma in ogni cosa le vostre richieste siano … Ecco perché è necessario elevare l'anima a Dio, cioè compiere un atto di volontà (la volontà è una delle tre potenze dell'anima insieme alla memoria e all'intelletto) che ci rende più attenti, più sensibili, più partecipi di questa presenza che è sempre e ovunque. Il lockdown imposto dalla pandemia da Covid-19 è imminente. Dobbiamo avere tutti il coraggio di guardare, senza pregiudizi, dove sta andando la nostra città [e più in grande l’Italia, l’Europa, l’intera civiltà degli uomini e la stessa comunità ecclesiale]; quale attenzione essa presta, a tutti i livelli, alla difesa e promozione della famiglia fondata sul matrimonio [oggi ci tocca perfino aggiungere tra un uomo e una donna], elemento fondamentale del bene comune; quale attenzione essa presta al lavoro, perché non ne sia limitata la possibilità (disoccupazione; sotto-occupazione); quale attenzione presta ai poveri, in preoccupante crescita numerica; quale attenzione presta ai giovani, ai quali stiamo impedendo di guardare al loro futuro con speranza: gli ultimi dati sulla disoccupazione giovanile sono spaventosi; come non pensare che in questo modo distruggiamo il nostro futuro? R. Amen. Di fronte allo stato attuale della pandemia e alle misure restrittive e precauzionali ancora in vigore in Francia e in molti A Dovadola alle 10.30 messa con il card. 3. Dio disponga opere e giorni nella sua pace, ascolti ora e sempre le vostre preghiere Dio è sempre pronto ad ascoltarci in ogni attimo della vita e può risponderci in tantissimi modi diversi, attraverso accadimenti ma anche momenti di empatia e comunicazione inimmaginabili. L’augurio che ci scambiamo non nasce forse da questo bisogno? Caro Aldo Maria, come preghiera, alla fine di questo difficile (per non dire “apocalittico”) anno 2020, e affidamento alla Vergine Maria per il prossimo 2021, non ho potuto trovare altro di più significativo e “profetico” di questa omelia tenuta dal cardinale Carlo Caffarra, allora arcivescovo di Bologna, nella basilica di San Petronio, in occasione del Te Deum di ringraziamento. La preghiera, dice il Crisostomo, è un'ancora sicura a chi sta in pericolo di naufragare; è un tesoro immenso di ricchezze a chi è povero; è una medicina efficacissima a chi è infermo; ed è una custodia certa a chi vuol conservarsi in santità". Una notte verso la fine di agosto, quando l'epidemia di peste è al culmine, don Rodrigo sta tornando alla sua casa di Milano accompagnato dal Griso, uno dei pochi bravi rimasti al suo servizio. Cari amici di Duc in altum, dopo quelle di don Nicola Bux e di Ettore Gotti Tedeschi, vi propongo la preghiera di fine anno che mi è stata inviata da don Alberto Strumia. “Stat Crux dum volvitur mundus”: abbiamo la roccia sicura in quell’evento che è accaduto nel grembo di Maria. In fondo, il passare degli anni ci tiene desti in questa consapevolezza. Abbiamo sperimentato una grande fatica, ma abbiamo pure scoperto, forse, nuove opportunità. Per conoscere meglio monsignor Viganò, capire le sue ragioni, valutare la portata dei suoi interventi. Entrando nel tempo, ha reso il tempo umano un tempo di salvezza, poiché esso ormai è pieno della sua Presenza. Programma di preghiera per Capodanno a Medjugorje 29.12.2020. Inoltre, pregare per qualcuno o per qualcosa (preghiera di intercessione) non significa limitarsi a fare un'attività di pensiero, ma prepararsi ad assumersi delle responsabilità nei confronti di quelle persone o situazioni[4]. Esso nella predicazione e nella liturgia della Chiesa è una Presenza sempre attuale. La preghiera del Padre nostro, che secondo il racconto dei Vangeli fu insegnata dallo stesso Gesù ai suoi discepoli, costituisce un modello di preghiera per tutti i cristiani[2]. Abbiamo celebrato i Vespri della divina maternità di Maria, dando così inizio alla celebrazione dell’Ottava del Natale. Di questo dobbiamo prendere coscienza, specialmente l’ultima sera dell’anno. La preghiera è solitamente considerata come il momento in cui una persona 'parla' al sacro, mentre la fase inversa è la meditazione, durante la quale è il sacro che 'parla' alla persona. Tutte le testimonianze della Parola di Dio sulla preghiera, indicano di rendere la preghiera una massima priorità della vita del cristiano. Come afferma il Messale romano nelle parole di introduzione al Sanctus, la stessa vita eterna in Paradiso delle anime non dannate è una preghiera senza fine, un inno di lode e gloria al Volto di Dio, "insieme" ai santi angeli e alle sante anime degli altri defunti già salvati. Secondo la dottrina cattolica, quando una persona prega si eleva a Dio in modo cosciente. Il fedele protestante prega inizialmente invocando lo Spirito Santo, poi legge un brano biblico meditando su di esso e infine prega nuovamente, concludendo con l'intenzione di testimoniare la fede in Cristo nella propria vita[6]. Essa consiste nel rivolgersi alla dimensione del sacro con la parola o con il pensiero; gli scopi della preghiera possono essere molteplici: invocare, chiedere un aiuto, chiedere una grazia, chiedere perdono, lodare, ringraziare, santificare, o esprimere devozione o abbandono. La preghiera può essere distinta anche in privata o pubblica: la prima viene fatta dai fedeli a nome proprio, la seconda viene fatta a nome della comunità (come l'ufficio divino dei cattolici, che viene recitato non in nome proprio, ma in nome di tutta la Chiesa)[1]. Preghiera e grazia come mezzo della Verità, Oltre la Grata la clausura al giorno d'oggi. Il grave travaglio che stiamo vivendo non ha la sua origine ultima nel mercato, come se il suo sviluppo comportasse ipso facto la morte dei rapporti autenticamente umani. ALL’INIZIO DELL’ANNO. Giovedì, 31 dicembre 2020, è l'ultimo giorno dell'anno civile. È il segno, questo, di una condizione mortale. Sono finora 340 le persone migranti sbarcate sulle coste italiane da inizio anno. Omelia in occasione del solenne Te Deum di fine anno. Il sentimento sincero e intenso tipico della devozione popolare, pure nella semplicità della sua forma e del suo contenuto, la rendono una preghiera gradita e potenzialmente efficace al pari delle altre preghiere più lunghe, complete e note. L'anno liturgico cattolico è tradizionalmente scandito dalla preghiera rivolta a un qualche protagonista della fede[7]: Nel Cristianesimo la forma classica e più antica di preghiera pubblica sono le ore canoniche, cioè momenti fissi durante la giornata in cui vengono recitati (o cantati) dei salmi più altre preghiere, dalla Bibbia o composte dalle Chiese, oltre a inni e intercessioni. [...] Il senso religioso prega come l'organo del pensiero pensa.». Ecco le parole del cardinale. Agli Ebrei del VI secolo rimasti in Palestina o deportati in Babilonia, la parola del profeta ridà speranza e invita alla fiducia: Dio viene, e cammina alla testa del suo popolo per riportarlo, libero, dal paese di schiavitù verso la propria terra. Esempi di preghiera esorcistica sono l'Exorcismus in Satanam et angelos apostaticos di papa Leone XIII per casi di presunta possessione in anima e corpo, e il Santo Rosario per gli altri fedeli (come il Rosario di Santa Brigida). Bene perciò facciamo a dire al Signore fra poco: “sia su di noi la tua misericordia, Signore, poiché in te abbiamo sperato”. Nelle devozioni private esistono vari tipi di preghiere, che hanno un unico fine: elevare l'anima a Dio. La preghiera cristiana non è un atto automatico e scontato, ma presuppone la fede. Di origine antichissima (la struttura è stata ereditata dalla preghiera ebraica sinagogale e del Tempio di Gerusalemme), le ore canoniche ebbero particolare rilievo nelle comunità monastiche come ufficio corale. Non siamo più consegnati agli esiti incerti ed oscuri della storia; un evento fortuito dell’evoluzione della materia. In particolare: ogni sacerdote, entro il 31 gennaio p.v. “La sapienza della Chiesa ha sempre proposto di tener presente il peccato originale [chi ne sa ancora parlare, in chiesa, spiegandone la vera natura e la vera portata culturale per la vita personale e sociale degli esseri umani?] Così ricordava San Pio da Pietrelcina, fr. LETTURE: Is 40,1-5.9-11; Sal 84; 2 Pt 3,8-14; Mc 1,1-8 Dio viene per farci tornare a Lui. [Questo è il punto che neppure nella Chiesa oggi sembra più essere detto! In nome di Dio, scongiuro tutti coloro che hanno responsabilità pubbliche: mettete al primo posto del vostro impegno l’accesso dei giovani al lavoro [e oggi agli imprenditori piccoli e meno piccoli che non ricevono gli aiuti adeguati per dare lavoro; a non sprecare il denaro pubblico disperdendolo in spese  inutili e improduttive come avete fatto, per incompetenza e ideologia, nel 2020!]. Ma una chiesa che non sa sfidare il mondo su questo punto, è morta in se stessa…]. È il giorno del primo Angelus di Papa Francesco recitato, in diretta audio-video, dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico. In parentesi quadra mi sono permesso di aggiungere qualche brevissima nota di esplicitazione dell’attualità emersa negli anni successivi al testo stesso. Isabella Piro – Città del Vaticano. Tra le forme private di preghiera più diffuse dalla tradizione cristiana troviamo: Per secoli, le preghiere ispirate dagli angeli ai santi sono state il principale modo di affermare e tramandare a voce le verità di fede accettate comunemente dai credenti, prima di giungere ad una loro formalizzazione dogmatica e teologica. Il programma di preghiera inizia con il rosario alle 17,00. Elevare l'anima a Dio è infatti la definizione ufficiale della preghiera così come riportato dal Catechismo della Chiesa Cattolica. Marco Fossati, Giorgio Luppi, Emilio Zanette; Enzo Bianchi: pregare significa entrare nel cuore della storia, La preghiera e il Buddhismo nel Sutra del Loto, “Preghiera cristiana: i quattro modi principali in cui Dio ascolta le nostre preghiere”, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Preghiera&oldid=117398147, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Collegamento interprogetto a Wikisource presente ma assente su Wikidata, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, la preghiera biblica (che utilizza direttamente le parole della Sacra Scrittura oppure che parte dalla lettura della, il colloquio personale con Dio (che l'uomo può vivere in qualunque. La preghiera dovrebbe essere una abitudine quotidiana di tutti e permette di aprire un canale di comunicazione con Dio, che dona in cambio una sensazione di pace e serenità[3]. L’evento dell’incarnazione del Verbo e della sua morte e risurrezione non appartiene infatti solo al passato. Tra gli ortodossi è molto popolare la preghiera di Gesù. Le liturgie di fine e inizio anno presiedute dai vicari generali Oggi, giovedì 31 dicembre, sarà il vicario generale per la sinodalità, monsignor Stefano Ottani, a guidare dalle 18 nella basilica di San Petronio, i primi Vespri con il “Te Deum” di ringraziamento per l’anno trascorso Un libro che gli storici della Chiesa dovranno prendere seriamente in considerazione quando studieranno il pontificato di Bergoglio e ricostruiranno i drammatici passaggi che stanno caratterizzando questi nostri anni. È questa la forza associativa: l’amore che si raccese nel grembo di una Donna. Vari passi del Nuovo Testamento esortano alla preghiera: “non siate in ansietà per cosa alcuna, ma in ogni cosa le vostre richieste siano rese note a Dio mediante preghiera e supplica, con ringraziamento” (Filippesi, 4:6-7); “non cessate mai di pregare” (1 Tessalonicesi 5:17); “siate dunque moderati e sobri per dedicarvi alle preghiere” (Pietro 4:7); “perseveranti nella preghiera” (Romani 12:12); “perseverate nella preghiera, vegliando in essa con ringraziamento” (Colossesi, 4:2); ecc. Debora Donnini – Città del Vaticano “Di Padre Pio l’impressione che ebbi fu di un papà ma, ancor di più, di un nonno”. La « preghiera … Dal 18 gennaio (festa della Cattedra di San Pietro a Roma) al 25 gennaio (festa della Conversione di San Paolo) la Chiesa consiglia di elevare preghiere per la conversione dei non cattolici. “È un po’ strana questa preghiera dell’Angelus di oggi, … In ogni momento pertanto ci vengono offerte due possibilità; o ritenere che il tempo sia il nostro destino invincibile oppure incontrare Colui che si è assoggettato al tempo, ma per introdurci nell’eternità. Se viviamo non superficialmente questo momento, prendiamo coscienza in primo luogo della fragilità della nostra vita [oggi ancora più visibile a tutti, almeno per paura, a causa della pandemia]; di come essa si distenda e si disperda nel tempo. All’elenco dei campi in cui si manifestano gli effetti perniciosi del peccato, si è aggiunto ormai da molto tempo anche quello dell’economia” [Benedetto XVI, Caritas in veritate 34, 1]. Chi prega non può limitarsi a chiedere qualcosa, ma deve mettersi in ascolto di Dio. La preghiera è una delle pratiche comuni in molte religioni. È sempre vivo e presente nella nostra vita, non è un fatto storico che attende di rivelarsi nuovamente solo alla fine della nostra vita, quindi è bene trovare lo spazio della preghiera in ogni giornata e questa buona volontà non sarà mai vuota di significato, perché contribuirà al diffondersi del bene nella vita nostra ma anche di altre persone, anche se non si conoscono; la preghiera è di una efficacia incredibile se ci si dedica con costanza e se viene dal cuore. Anche il santuario di Loreto si unirà in preghiera in occasione della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, dal 18 al 25 gennaio. ), ma quella basata sulla “legge morale naturale”, dataci dall’unico Dio Creatore, riconoscibile anche dai non credenti dotati di una sana ragione. il Triduo: preghiera recitata per tre giorni; i tridui di preghiere sono consueti in preparazione a una determinata festa o per ricevere una particolare grazia. [...] Der religiöse Sinn betet, wie das Denkorgan denkt.», «Il pregare è nella religione ciò che è il pensiero nella filosofia. La preghiera può essere vocale o mentale, personale o comunitaria, libera oppure liturgica; solitamente quest'ultima forma si ritrova come preghiera scritta (o comunque tramandata in qualche modo). La preghiera è considerata molto importante nel cristianesimo. Nata nel 1908 per impetrare il ritorno dei dissidenti nel seno della Santa Madre Chiesa Romana, l'ottavario «Beten ist in der Religion, was Denken in der Philosophie ist. Bisogna prenderne coscienza, e rispondere a questa “provocazione”. La sera dell’ultimo dell’anno, o comunque in questi giorni siamo anche soliti fare bilanci del passato anno e previsioni per l’anno che domani inizia. Il testo si dimostra, oggi, di portata universale. 1. 2. R. Amen. La fede nel Figlio di Maria vince il tempo. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 20 dic 2020 alle 21:58. è tenuto a presentare a questa Curia la nota della Messe Binate e trinate per l’anno 2020 e a versare la quota per il Bollettino Ufficiale della Diocesi (che anche quest’anno, come da diversi anni, è di € 35,00). Molti Alti Prelati, tra i quali emergono l’Arcivescovo di Tolosa, dal 30-07-1859 al 21-01-1895, Mons. All’uomo di ogni luogo e tempo è data la possibilità di incontrarla mediante la fede e di essere liberato dalla sua condizione mortale. Dio, diventando uomo nel grembo di Maria, ha voluto come vestirsi del tempo; come ogni uomo è soggetto al tempo, così anche Dio vi si è assoggettato. Domenica 8 marzo 2020: la linea di demarcazione che separa il "prima" e il "dopo" passa da questa data. [Servirà almeno a qualcuno, tra coloro che contano, la “lezione” di quest’anno 2020 per interrogarsi in maniera meno superficiale di quanto non si stia facendo pressoché ovunque, nei “media”, nella politica e perfino nella Chiesa, sulle vere cause profonde di tutto il male e su quale sia l’unica vera via di salvezza sulla quale fondare tutto il resto? “Nel ventre tuo si raccese l’amore”, canta il Poeta per dirci l’evento che celebriamo questa sera e domani: la divina maternità di Maria. Nello stesso periodo, lo scorso anno furono 527 mentre … Essendo però Dio di natura trascendente e spirituale, la sua presenza non appare sempre immediatamente percepibile ed evidente. La santa Messa di Ringraziamento per l'anno 2020 è alle 18,00. Ancora una volta il Signore ci dona di ritrovarci nella basilica del nostro Santo Patrono, in questa sera così carica quest’anno di inquietudini e al contempo così bisognosa di speranza.